Paolo Paolacci – Ad Vitam Reditus

Genre: Electronic

Mp3 Album Available on the Best Internet Retailers


Questo amore

Questo amore
Così violento
Così fragile
Così tenero
Così disperato
Questo amore
Bello come il giorno
E cattivo come il tempo
Quando il tempo è cattivo
Questo amore così vero
Questo amore così bello
Così felice
Così gaio
E così beffardo
Tremante di paura come un bambino al buio
E così sicuro di sé
Come un uomo tranquillo nel cuore della notte
Questo amore che impauriva gli altri
Che li faceva impallidire
Questo amore spiato
Perché noi lo spiavamo
Perseguitato ferito calpestato ucciso negato dimenticato
Perché noi l’abbiamo perseguitato ferito calpestato ucciso negato dimenticato
Questo amore tutto intero
Ancora così vivo
E tutto soleggiato
E’ tuo
E’ mio
E’ stato quel che è stato
Questa cosa sempre nuova
E che non è mai cambiata
Vera come una pianta
Tremante come un uccello
Calda e viva come l’estate
Noi possiamo tutti e due
Andare e ritornare
Noi possiamo dimenticare
E quindi riaddormentarci
Risvegliarci soffrire invecchiare
Addormentarci ancora
Sognare la morte
Svegliarci sorridere e ridere
il nostro amore è là
Testardo come un asino
Vivo come il desiderio
Crudele come la memoria
Sciocco come i rimpianti
Tenero come il ricordo
Freddo come il marmo
Bello come il giorno
Fragile come un bambino
Ci guarda sorridendo
E ci parla senza dir nulla
E io tremante l’ascolto
E grido
Grido per te
Grido per me
Ti supplico
Per te per me per tutti coloro che si amano
E che si sono amati
Sì io gli grido
Per te per me e per tutti gli altri
Che non conosco
Fermati là
Là dove sei
Là dove sei stato altre volte
Fermati
Non muoverti
Non andartene
Noi che siamo amati
Noi ti abbiamo dimenticato
Tu non dimenticarci
Non avevamo che te sulla terra
Non lasciarci diventare gelidi
Anche se molto lontano sempre
E non importa dove
Dacci un segno di vita
Molto più tardi ai margini di un bosco
Nella foresta della memoria
Alzati subito
Tendici la mano
E salvaci.

Maurizio Bianchi/MB – Foggy Bleeding

Genre: Industrial, Experimental Electronic

Mp3 Album Available on the Best Internet Retailers


FOGGY BLEEDING By M. B.
1. MISTY LOSS
2. BLOODY HAZE
3. HEMATIC MISTINESS
4. FOGGY BLEEDING


M. B. : bleedelectronics, fognoises, hemowaves, mistpictures.
Conceived and performed to become extinct of 2021 at Emoptyc studio in Opera (Milan), using sound fragments from the five-years period 1980-1984.
Infinite thanks to Pharmakustik for his misty remixing.
Remembering the hazy past with the hematic reality of the present…

Mark O’Leary, Jeff Gauthier, Alex Cline – Waves III

Genre: Free Jazz, Jazz-Rock

Mp3 Album Available on the Best Internet Retailers

Waves III is the third installment of a trilogy recorded in California by Mark O’Leary with various luminaries within the LA music scene.

Two other releases, Signs (Fmr records) and On the Shore (Cleanfeed) have all received various modicums of praise.

The trilogy which has Alex Cline and Mark O’Leary as the common denominators, stretches into a proliferation of areas within the great body of contemporary improvised music.

Waves III essentially encompasses a more ambient dimension with laptop generated soundscapes, seascapes and processing, juxtaposed with varying degrees of Eastern music, Japanese music, post ecm, contemporary classical and even elements of some contemporary Americana.

People, Gardens, Seas, Ceremonies and Mountainscapes are the muses.

Ulrich Zwingli, the Religious figure and founder of Zurich, Hindu Kush, Sea, Japanese gardens, in essence disparate, but connected here within the subtle textural fabric of the musical conception proffered.

The praxis, combined with various concepts is the impetus to cultivating the fertile musical terrains, thus a continuation of a sonic/visual/conceptual aesthetic that O’Leary is wishing to portray within an Ambient contextual background.

Oblique themes that unfold into delicate ambient interplays where Alex’s symphonic simpatico percussion, Jeff’s sensitive violin and the ambient infused guitar intertwined with the various soundscapes structures all coalescing into a kaleidoscope of contemporary narratives, it evolves as ambient washes of sonic waves that ebb and flow on a seascape under an azure sky, Waves is an apt description of the project.

The title Waves III was chosen to differentiate the album from the 1977 Jazz Rock release by Terje Rypdal and Waves II, the 2003 compilation featuring Guy-Man from Daft-Punk.
 

credits

released November 28, 2011

Mark O’Leary: Guitar, Laptop, environmental recording, processing
Jeff Gauthier: Electric Violin
Alex Cline: Drums/Percussion